Best in Sicily 2017 al Teatro Massimo

Best in Sicily è il riconoscimento per le eccellenze enogastronomiche che si sono contraddistinte per qualità e spirito imprenditoriale.

Quest’anno “Best in Sicily” ha spento la sua decima candelina, l’evento organizzato dal giornale online Cronache di Gusto in partnership con la Presidenza della Regione  Siciliana e l’Assessorato Regionale all’Agricoltura, si è svolto in una cornice suggestiva e maestosa quale è il Teatro Massimo di Palermo.

L’evento presentato dal giornalista Gioacchino Bonsignore e dal direttore di cronache di gusto Fabrizio Carrera ha preso il via intorno alle 18.

Advertisements

Sul palco si sono susseguiti diversi ospiti.

In primis il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando , con il suo discorso volto a incoraggiare i siciliani ad avere una maggiore autostima e a trovare il giusto modo per narrare le bellezze della regione Sicilia.

A seguire l’eurodeputato Michela Giuffrida che ha elogiato la Sicilia riportando alcuni dati che testimoniano come oggi la Sicilia si trovi al primo posto in campo agroalimentare e ricordando che noi siciliani siamo proprietari del brand migliore che c’è, il brand “Sicilia”.

Successivamente l’assessore Antonello Cracolici, col suo discorso volto ad esortare noi siciliani ad eliminare dalle nostre menti la “cultura del lamento” e a fare sempre di più, viste le nostre risorse e competenze. Siamo una terra di bellezza e qualità.

E ancora il Direttore Generale di Ricrea, consorzio nazionale del riciclo e recupero degli imballaggi in acciaio.

Ed infine Oscar Farinetti patron di Eataly con la sua lezione sui “giovani,l’agricoltura e l’impresa”.

Il discorso di Farinetti è stato uno stimolo per i giovani, sono loro il fulcro che creerà un domani migliore. Sono i giovani che devono fare impresa connettendo le loro menti, cercando di essere umili e perché no, ogni tanto devono e possono anche copiare qualche buona idea.

Bellissime le sue parole di elogio ai siciliani, gente simpatica, disponibile, molto intelligente e competente, che dovrebbero però a detta del patron di Eataly “meritarsi” ogni giorno il lusso di essere nati in Sicilia, e come potremmo farlo se non spendendoci per questa terra stupenda giorno dopo giorno!?

Il momento più atteso però, è stato quello che ha visto le aziende premiate susseguirsi sul palco:

Miglior Produttore di vino: Carlo JR. Hauner (Isola di Salina)

Miglior Produttore di Olio: Nicola e Antonella Titone olio biologico Titone (Marsala)

Miglior Albergo: Monaci delle terre nere di Zafferana Etnea

Migliore ristorante : Eolian Milazzo Hotel

Migliore bar: Caffè Sicilia (Ragusa)

Miglior birrificio: Paul Bricius (Vittoria)

Miglior pasticceria: Oscar  (Palermo)

Migliore trattoria : 4 Archi (Milo)

Migliore pizzeria: Cimillà (Ragusa)

Migliore Produttore di formaggio : Domenico Ferranti (Castronovo di Sicilia)

Migliore fornaio: Giuseppe Martinez (Trapani)

Migliore macellaio : Giuseppe Aleccia delle delizie di Alcamo

Migliore Azienda conserviera: Drago conserve di Siracusa, (doppio premio consegnato dal Consorzio Ricrea)

Migliore comune per offerta enogastronomica Palazzo Acreide (doppio premio consegnato dal consorzio Ricrea)

Quattro premi speciali per “l’innovazione” sono stati consegnati a quattro aziende siciliane che si sono contraddistinte per il coraggio, l’intraprendenza e la creatività:

  • Supermercato gourmet “ Prezzemolo e Vitale “(Palermo)
  • Consorzio Kore Frutti di Sicilia (Marsala)
  • l’Orto di Nonno Nino”( Terrasini)
  • Progetto Sinergia : il fico d’india e i sapori di Sicilia

Il premio Ambasciatore siciliano del gusto è stato consegnato ad Antonio Sellerio.

Infine ha calcato il palco del Teatro Massimo  lo scrittore, sceneggiatore e vincitore del premio strega 2014 Francesco Piccolo, con un discorso dal titolo “La Sicilia a modo mio“.

Dopo i saluti e le foto di rito, e un plauso ai 10 chef under 30 che si sfideranno in una Gara di Gusto che incoronerà il migliore chef del sud Italia, è stato offerto un rinfresco a tutti gli ospiti presenti in teatro.

L’evento ha riscosso molto successo, è stato  e continua ad essere uno stimolo per tutte le aziende premiate e non a fare sempre di più, dimostrando che questa è la Sicilia che ci piace.

[SLGF id=1462]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *