Il cibo dell’Immacolata: “U Sfinciuni”

Dicembre. Il mese delle festività. Il mese delle mangiate che si susseguono senza mai dare tregua. Il mese in cui pensare alla famiglia e ai propri cari. Il mese dell’amore, potremmo definirlo. L’amore che comunque mostriamo attraverso la cucina. Perché quando Natale arriva, non possiamo fare a meno di festeggiarlo. La festa dell’Immacolata Concezione è l’apripista delle festività natalizie.
Sedersi a tavola in queste feste, significa alzarsi sempre con qualche chilo in più per la troppa abbondanza e la bontà dei cibi. A Palermo per l’Immacolata devozione e tradizione si fondono facendo di questa festa, una di quelle più sentite dai Palermitani.
E cosa andiamo a cucinare noi palermitani per l’Immacolata? Lo Sfincione. “U sfinciuni”, deriva dal latino “Spongia” quindi spugna, poiché è un impasto spugnoso, morbido e soffice, condito con una salsa a base di pomodoro.

Di seguito vi lasciamo la ricetta dello Sfincione e soprattutto il nostro Tutorial su come impastare lo Sfincione.

Advertisements

Ingredienti
1 kg di Farina di Rimacinato
25 gr di lievito di birra
20 gr di olio d’oliva
800 gr di acqua tiepida (massimo 1 Litro)
20 gr di sale
1 bustina di zucchero

Per il condimento
3 cipolle
Sarde salate / salsiccia
500 gr di pomodoro pelato
200 gr di caciocavallo stagionato
Mollica bianca
Origano
Caciocavallo grattuggiato

Mescolate la farina con il sale dentro una ciotola. Sciogliete il lievito di birra con un pò di acqua tiepida e zucchero (per velocizzare la lievitazione) e iniziate ad impastare. Aggiungete un poco alla volta l’ acqua e continuate ad impastare, alla fine aggiungete l’ olio. Fate attenzione che non vi siano grumi nella pasta, alla fine dovrete avere un impasto che sia abbastanza elastico e un pò appiccicoso. Chiudete la ciotola con un coperchio e coprite con un canovaccio o una coperta e lasciatelo a lievitare fino a quando non stapperà il coperchio. Dopo circa 30 minuti ungete una teglia e stendete la pasta.
Intanto preparate il condimento: tagliate a fette la cipolla (potete anche sminuzzarla, a piacimento) e fatela cuocere con un poco di acqua per circa 15 minuti, scolate l’acqua e aggiungete l’olio, fatela soffriggere leggermente e aggiungete il pomodoro pelato, a vostro piacimento sale e pepe e fate cuocere.
A cottura ultimata lasciate raffreddare. Lavate le sarde e togliete la lisca/sbudellate la salsiccia, tagliate a pezzetti il formaggio (ovviamente potete usarne quanto volete, a vostra scelta).
Sistemate le sarde/la salsiccia e il formaggio sulla pasta, ricopriteli con il sugo. In un’altra ciotola mescolate la mollica, l’origano e il parmigiano e infine spolverate lo Sfincione con questo composto e mettete in forno caldo per circa mezz’ora.

Alla fine di tutto, buon appetito e buon Dicembre.

https://youtu.be/Dwzmi_abQG8

Condividi questo articolo e fallo conoscere ai tuoi amici