Comunicato Stampa: Le ombre “profonde” di Ignazio Schifano, a Palazzo De Seta, a Palermo

Venerdì 15 dicembre, alle 19,00, inaugurazione della mostra “In Giro”, nome che evoca i cerchi in cui si articola la vita dell’artista e il suo tratto sempre circolare

 

Venti opere dell’artista Ignazio Schifano, concesse da collezionisti privati, saranno in mostra a Palazzo Forcella De Seta di salita Santi Romano, 30 nei pressi di piazza Kalsa, al Foro Italico di Palermo, da venerdì 15 dicembre, con inaugurazione dalle ore 19,00, e fino al 30 gennaio 2018. Sono oli su tela e carta, e disegni con tecniche miste su carta, che la critica d’arte Alba Romano Pace ha definito “profondi come l’anima”. In occasione dell’ultima mostra di Schifano “Dentro il cerchio”, presentata alla Camera dei deputati, a Roma, ha scritto: «L’anima ha i suoi strati, di pelle, di carne, di tempo, d’inconscio. Se dovessimo creare un cammino verso la sua profondità, ci imbatteremmo in un’immagine creata da Ignazio Schifano».

Advertisements

 

“In Giro”, è il nome scelto per la personale, che sarà inaugurata dallo stesso Schifano insieme al curatore Andrea Romoli Barberini, per evocare i cerchi, e non i capitoli, in cui si articola la vita dell’artista e il suo tratto sempre circolare. È curata dalla galleria Bobez Arte Contemporanea, da Monica Schiera, ed è sostenuta da Ance, con il patrocinio del Comune di Palermo, il contributo di Banca Generali, Max Mara, Tasca d’Almerita, Keynes Institute. Ingresso gratuito e orario: dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00; dalle 15.30 alle 18.00. Sabato 16 e domenica 17 dalle 11,00 alle 18. La mostra resterà chiusa al pubblico dal 23 dicembre al 7 gennaio 2018. Per informazioni info.bobez@libero.it e 339/3634206.

 

Nel suo testo di presentazione alla mostra “In Giro”, il curatore Andrea Romoli Barberini ha scritto: «Entrare con lo sguardo in queste opere significa immergersi in una dimensione remota, connotata da un’umanissima provvisorietà, da un’instabilità sofisticata e seducente che non le farà apparire mai uguali a sé stesse. Le forme fluttuano e si manifestano in diversi registri e stadi di definizione. Vi si ritrovano, elementi dissimulati e sostenuti dalla azzerante neutralità dei bianchi sporchi e vibranti degli sfondi».

 

Ignazio Schifano vive tra Roma e Palermo, dove è nato nel 1976, e collabora con diverse gallerie in Italia. La sua formazione è legata al restauro e all’antiquariato. A Londra dal 2000 al 2006, ha collaborato con il Titian Studio che vanta tra i suoi clienti e collezionisti Sotheby’s, Christie’s, Mallett. Per loro ha restaurato prestigiosi dipinti tra cui un’opera di Giovan Battista Tiepolo. In Italia ha preso parte a numerose mostre collettive tra cui “Artisti di Sicilia” a cura di Vittorio Sgarbi. La sua ultima mostra personale “Ignazio Schifano. Dentro il cerchio” è stata presentata nel novembre 2016 alla Camera dei Deputati, a Roma, con catalogo edito da Glifo Edizioni.

Condividi questo articolo e fallo conoscere ai tuoi amici