Ricetta Culinaria: La frutta di Martorana

La frutta di Martorana è il dolcetto per eccellenza della tradizione dolciaria siciliana. Fatta di pasta di mandorle finemente modellata e colorata in modo da imitare alla perfezione frutti e ortaggi in scala ridotta, la frutta di Martorana fu inventata certamente dalle monache del Monastero della Martorana, fondato a Palermo dalla nobildonna Eloisa Martorana nel 1194.

Se vuoi conoscere la storia della Frutta di Martorana e come è nata, clicca qui, leggendo il nostro articolo.

Advertisements

Passiamo adesso alla ricetta di questi dolcetti.

Ingredienti:

kg 1 farina di mandorle Nuccio
kg 1 zucchero a velo Nuccio
g 150 sciroppo di glucosio Nuccio
g 110 acqua
n.2 fialette di aroma mandorla
n.1 bustina di vanillina
stampi in gesso
colori alimentari Nuccio
alcool per alimenti
“Brillante” Nuccio: vernice alimentarea base di gomma lacca alimentare

Procedimento:

Miscelare in una scodella la farina di mandorle, lo zucchero a velo, il glucosio, la vanillina e l’aroma di mandorla.
Versare l’acqua sulla miscela ottenuta e impastare per pochi minuti, dapprima con un cucchiaio e poi con le mani. Si raccomanda di non impastare per molto tempo perché si otterrebbe un impasto oleoso e non più utilizzabile.
Passare le mani nell’amido per dolci e formare, con l’impasto ottenuto, delle sfere di varia dimensione tenendo conto del tipo di stampo che si vuole utilizzare. E’ importante, in questa fase, passare più volte le mani nell’amido per ottenere delle sfere ben lisce e non appiccicose.
Spennellare la forma di gesso con l’amido (oppure rivestire la forma di gesso con pellicola trasparente), inserire la sfera di pasta di mandorle nello stampo, pressarla leggermente e quindi estrarla. Togliere con un pennello le tracce di amido e lasciare riposare per un giorno prima di procedere alla colorazione.
Per colorare la pasta di mandorle utilizzare i colori alimentari Nuccio che devono essere sciolti in una soluzione al 50% di acqua e alcool alimentare (in mancanza di alcool si può utilizzare un liquore secco allo stato puro come Gin, Vodka, Whisky, Cognac).
Se si desidera lucidare la frutta di martorana, dopo aver fatto asciugare i colori per almeno un giorno, si può passare il Brillante usando un pennello asciutto.

Condividi questo articolo e fallo conoscere ai tuoi amici