Natale solidale: dormitori e centri di assistenza a Palermo

Camminando per la strada, con la mente presa da tanti pensieri, li notiamo appena. Solitamente sono distesi sulle panchine o sui marciapiedi gelati; dormono, rovistano nei cassonetti, chiedono l’elemosina. Li chiamiamo clochard, barboni, senza fissa dimora…ma chi sono realmente? Guardandoli ora sembra quasi impossibile, ma queste persone che trattiamo con diffidenza e disgusto malcelato un tempo andavano a scuola, avevano famiglia, amici, in alcuni casi persino un lavoro. Poi magari un licenziamento, i creditori che ti inseguono, una situazione familiare divenuta insostenibile e di colpo sei solo e perdi tutto.
Specialmente con l’arrivo dei mesi più freddi dell’anno, occorre allora prestare attenzione a chi è meno fortunato di noi e non chiudere gli occhi e il cuore.
la nostra Palermo non è solo capitale della cultura o dei giovani , ma lo è anche e prima di tutto della solidarietà.
Ecco di seguito un elenco dei dormitori e dei centri di assistenza e raccolta di generi di prima necessità:

DORMITORI:

Advertisements
1) Onlus Frate Gabriele Allegra: piazza della pace n 1 (3929777149)
40 posti letto;
lun-ven dalle 9:00 alle 13:00
2) Missione speranza e pace: via archirafi n 31(0916161887)
3) Caritas: piazza s Carlo n 72 (091327986)
4)“A casa di Aldo “: via Messina marine n 15 (0918113328)
Accoglienza notturna; percorsi riabilitazione; prima colazione; igiene personale; fornitura abbigliamento e lavanderia.
Lun-dom 20:00- 8:00
5) Dormitorio San Giuseppe: via Roma n 123.
Dalle 20.00 alle 8:00
-ALTRI CENTRI:
1) Magazzino Rotary: piazza tredici vittime n 37
Merc 17-19; vestiario
2) Boutique solidale: via Emerico amari (ex opera pia S.Lucia)( 3387719142)
Lun 17-19; gio 9-11 ( apertura alle mamme e alle famiglie per vestiti; giocattoli; merende; igiene personale).
Mar 15-17 (apertura ai senzatetto: vestiario; doccia; parrucchiere; igiene; cibo ; occorrente per ricovero ospedaliero).
Lun 17-19; gio 9-11 ( donazioni vestiario)

 

Condividi questo articolo e fallo conoscere ai tuoi amici

Un nuovo orizzonte per il fiume Oreto