Ritorna in vita il palchetto della musica di piazza Castelnuovo

Progettato nel 1875 da Salvatore Valenti, Il palchetto della musica di piazza Castelnuovo,  fu voluto fortemente da Guglielmo Ingham Whitaker affinché l’area sfuggisse all’urbanizzazione per poter essere destinata al  “pubblico godimento”. Oggi, dopo anni di abbandono, il palchetto riscopre la sua funzione originaria: ospitare musicisti che suonino al suo interno.

Il progetto nasce dal collettivo AISLAND formatosi a marzo di quest’anno dall’unione di fotografi, grafici, videomaker, tecnici del suono e organizzatori di eventi. L’idea è molto semplice e si basa sul format delle acoustic sessions molto seguite dagli appassionati di musica di tutto il mondo. Verranno prodotti videoclip liveper promuovere i migliori artisti dell’isola. In futuro l’obiettivo è ospitare anche artisti internazionali e piccoli eventi dall’atmosfera raccolta e intima. La missione principale è quella di creare una nuova immagine della città agli occhi delle nuove generazioni di tutto il mondo. Il primo video, della serie è un simbolico tributo alla grande Rosa Balistrari, interpretata da Debora Troìa insieme a uno dei suoi chitarristi ufficiali, Tobia Vaccaro. Sarà l’unico tributo insieme a quello dedicato a Giuni Russo, che proprio al Palchetto della Musica negli anni ’60 cominciò a muovere i primi passi da cantante.
Questa e molte altre novità stanno costruendo un’idea di una Palermo diversa, una Palermo finalmente valorizzata e attenta a far conoscere i suoi tesori in tutto il mondo, finalmente le cose stanno cambiando e anche il solito pregiudizio sulla città meridionale come mediocre sta sparendo del tutto.

Advertisements

Condividi questo articolo e fallo conoscere ai tuoi amici

Tra Sogno e Realtà: i Corsari Palermo Fmi si raccontano
Dal mito al pupo di zucchero, la vera origine della festività dei morti.